print preview Ritornare alla pagina precedente Dossier

Dossier attuale: l’«ordinanza 1898»

Come erano abbigliati i militari dell’Esercito svizzero all’inizio della Prima guerra mondiale? La Biblioteca Am Guisanplatz ha allestito per voi una documentazione sull’ultima uniforme colorata.

22.01.2018 | Manuel Bigler

L’immagine ritrae il generale Ulrich Wille, il capo di Stato maggiore generale Theophil Sprecher von Bernegg e altri dieci alti ufficiali a cavallo con l’uniforme dello Stato maggiore generale. Sono ben visibili le caratteristiche distintive menzionate nell’articolo 45 del regolamento concernente il vestiario. Gli alti ufficiali portano ad esempio giacche di colore blu scuro con bottoni dorati, i chepì neri sono decorati con pompon dorati. Il colore rosso scarlatto decora i colletti e una banda del medesimo colore, larga 45-50 millimetri, decora lateralmente i pantaloni. Il chepì del generale si distingue dagli altri per una banda dorata larga 16 millimetri attorno alla sommità del copricapo.
I vertici dell’Esercito svizzero a cavallo con l’ultima uniforme colorata, ca. 1914-1915 (Collezione di cartoline postali militari della Biblioteca Am Guisanplatz, n. 38)

Al momento della mobilitazione dell’Esercito svizzero nel 1914, i soldati portavano ancora giacche colorate e altri oggetti d’equipaggiamento vistosi. Le disposizioni allora vigenti erano state emanate 16 anni prima, motivo per il quale si parla di uniforme «ordinanza 1898». Soltanto a partire dal 1915 fu progressivamente introdotta un’uniforme unitaria di colore grigioverde.

 

Nella Biblioteca Am Guisanplatz sono conservati innumerevoli media che testimoniano l’evoluzione dell’uniforme dell’Esercito svizzero. Oltre a libri, articoli e fotografie, la BiG dispone anche di una collezione di regolamenti e di pubblicazioni ufficiali sul tema, in parte già digitalizzati. Grazie a queste indicazioni vi sarà possibile scaricare i singoli documenti direttamente dal nostro catalogo online. Tra i documenti che potete scaricare vi è anche il regolamento che definisce l’ordinanza 1898.

 

Le opere di consultazione più importanti sulla storia delle uniformi dell’Esercito svizzero sono state scritte di Jürg Burlet e Hans-Rudolf Bigler. Una buona panoramica sul tema dell’«ultima uniforme colorata» è offerta anche dal numero 29 della nostra collezione di pubblicazioni, pure disponibile online.

 

Oltre alla BiG, altre istituzioni documentano la storia delle uniformi dell’Esercito svizzero: il Museo nazionale a Zurigo, l’Archivio federale a Berna e la Fondazione materiale storico dell’Esercito svizzero a Thun. Presso il Museo nazionale esiste un’ampia collezione di uniformi, come pure presso la Fondazione materiale storico dell’Esercito svizzero. Per una trattazione dettagliata della genesi dell’«ordinanza 1898» è opportuna una ricerca nell’Archivio federale.

Biblioteca Am Guisanplatz Servizi di informazione e documentazione
Papiermühlestrasse 21 A
CH-3003 Berna
Tel.
+41 58 464 50 95

Modulo di contatto